aetnanet

AetnaNet Site
  1. La 'Storia d’Italia' del filosofo triestino Carlo Antoni. Un saggio storico di drammatica attualità che introduce utilmente la riflessione sulla Resistenza e l’Italia contemporanea

    Le Edizioni di Storia e Letteratura di Roma hanno compiuto un autentico miracolo divulgativo con la ristampa nell'elegante collana "Civitas" di un saggio misconosciuto del filosofo triestino Carlo Antoni titolato Della storia d'Italia e scritto e diffuso clandestinamente nel novembre del 1943 come primo numero dei "Quaderni del movimento liberale italiano" e riproposto in verità con poca fortuna dall'Editore Colombo di Roma nel 1947, assieme ad altri due saggi, con il titolo generico Tre scritti storici. La prima pubblicazione, è forse opportuno precisarlo, risale al clima drammatico dominato dall'8 Settembre e dall'armistizio di Badoglio pieno di ambiguità e di gravissime conseguenze per i soldati italiani in Italia e fuori d'Italia e per le popolazioni civili, da sud a nord. Io ne riparlo adesso nell'attuale clima celebrativo, perché mi sembra giusto presentare e commentare il giudizio storiografico di un filosofo non mediocre sugli avvenimenti e sugli uomini che concorrono a costruire il nuovo edificio democratico italiano, E sui vizi italici più che sulle virtù italiche. Io mi sono occupato del saggio antoniano a più riprese, quando il libro era un oggetto misterioso per molti, e ne ho lasciato segni ben visibili sulla rivista bresciana Nuova Secondaria, n.10, anno XII, 15 giugno 1995, pp.73-74, con un articolo di analisi critica titolato Della storia d'Italia. Un saggio di Carlo Antoni, e su altre riviste e giornali. In questa nuova edizione promossa da Storia e Letteratura si trova l'Introduzione, assai penetrante e circostanziata, dello storico Giuseppe Galasso.

    prof. Salvatore Ragonesi
    salvatoreragonesi@hotmail.com
  2. Ottanta pennellate di colore dei ragazzi del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania

    Con la brezza del "mare nostrum" si possono ottenere pennellate di indicibile colore! Ottanta, per l'esattezza, tanti quanti sono stati i ragazzi che l'altra mattina, complice un invidiabile sole estivo, "armati" di colori, tele e pennelli, "in faccia" al vispo e azzurro mare di Ognina, hanno dato una "lezione" d'arte e di fantasia, partecipando all'Estemporanea di pittura organizzata dal Liceo Artistico Statale "Emilio Greco", in collaborazione con il Lions Porto Ulisse di Catania, in occasione del progetto, "Catania e la grande riedificazione post terremoto 1693". Ma la calda brezza marina e il grande cuore dei ragazzi dell'Emilio Greco hanno fatto di più, coniugando arte, cultura e solidarietà. Il ricavato della vendita delle tele e dei disegni, infatti, a fronte di libere offerte, è stato interamente devoluto in beneficenza ad un'associazione. Nel corso della mattinata di sabato 18 aprile, i ragazzi-artisti si sono predisposti lungo il percorso prospiciente il porto Ulisse di Ognina e sullo spiazzo davanti il Santuario Santa Maria di Ognina, realizzando uno spettacolare e variopinto "percorso d'arte", con la supervisione dei docenti, Francesca Di Mauro, coordinatrice dell'evento, Angela Zappalà, Angela Lucchese, Giuseppe Guzzone e Angelo Battiato. La manifestazione è stata promossa dal Dirigente Scolastico, prof. Antonio Alessandro Massimino, per favorire la conoscenza, la fruizione e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e naturalistico della città di Catania, come aspetto necessario del sistema educativo e formativo.

    Angelo Battiato
    angelo.battiato@istruzione.it
  3. Scuola, primo sciopero. E sit-in in Parlamento

    Anief, Usb e Unicobas hanno chiamato a raccolta il personale della scuola con un corteo a Roma. Pacifico: "Riscrivere il ddl". Il sottosegretario Faraone: "Incomprensibile protesta contro un governo che assume" - Tra flashmob e protesta di piazza parte la mobilitazione degli insegnanti italiani contro la Buona scuola di Renzi. Ad sparare il primo colpo Anief, Usb e Unicobas che oggi hanno chiamato a raccolta il personale della scuola con un corteo a Roma e un sit-in in piazza del Parlamento. Secondo Marcello Pacifico, leader dell'Anief, "questa mattina, nonostante la manifestazione dei confederali indetta per il 5 maggio, in piazza c'erano 10mila persone". "Una adesione che  -  continua Pacifico  -  è per noi motivo di grande soddisfazione". L'appuntamento di oggi è stato preceduto da una "veglia funebre" celebrata, ieri sera, in tantissime piazze italiane con docenti vestiti di nero e con lumini accesi....

    Salvo Intravaia
    m.repubblica.it
  4. La 'Littorina della cultura' per Storie sotto il Vulcano

    Se la cultura è la capacità e la possibilità di esprimere la propria identità, "La Littorina della cultura", che ieri - Giornata mondiale del Libro -, carica di studenti ha viaggiato attorno all'Etna, è riuscita pienamente nel suo intento: promuovere la conoscenza del territorio in cui si vive per farne il caposaldo del patrimonio e della coscienza collettiva. Durante la manifestazione, collegata all'iniziativa nazionale #ioleggoperchè, sono stati distribuiti dei libri per rilanciare il ruolo della lettura tra i giovani, i quali, vivendo in un mondo iperconnesso e tecnologizzato, hanno sempre più bisogno della parola scritta per accrescere il loro mondo interiore. Gli studenti che hanno viaggiato a bordo del trenino speciale della Ferrovia Circumetnea sono tutti lettori forti e motivati che, spronati dai loro insegnanti, hanno partecipato al concorso letterario "Storie Sotto il Vulcano. I ragazzi raccontano", indetto da Giuseppe Maimone Editore con il sostegno della Provincia.

    Francesca Lo Faro
  5. Perdenti posto Sostegno scuola media

    AI DIRIGENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO - SI INVIA NUOVA SITUAZIONE PERDENTI POSTO DI SOSTEGNO. SI PRECISA...

    IL FUNZIONARIO
    S.A PALUMBO
  6. Partenze senza ritorni: interpretare Verga. Corso di aggiornamento docenti di lettere

    Si comunica che il 29 aprile 2015 alle ore 16,15 presso l’aula magna dell’IPSIA "Majorana-Sabin" - Giarre corso Europa 10, si terrà un incontro con il Prof. Andrea Manganaro dell’Università di Catania. L’incontro, all’interno di un ciclo di aggiornamento per docenti organizzato dal liceo Statale "Leonardo" di Giarre in collaborazione con l’Adi-sd "Associazione degli italianisti sezione didattica", avrà titolo "Partenze senza ritorni: interpretare Verga". A fine incontro verrà rilasciato, dall’Adi-sd, un attestato di partecipazione valido per gli usi legali. I docenti di lettere interessati sono invitati a partecipare.

    Il Dirigente scolastico
    prof.ssa Carmela Scirè
  7. 25 aprile 70° anniversario dalla liberazione/la memoria il futuro di tutti

    Oggi 25 Aprile come Unione degli Universitari e Rete degli Studenti Medi insieme ad ANPI e SPI saremo nelle piazze italiane, nelle nostre scuole ed università con centinaia di iniziative per il 70^ anniversario della Liberazione non solo per ricordare e festeggiare ma per dire che la memoria è il futuro di tutti, per dire che la resistenza è un valore imprescindibile che non ha tempo o generazione. Alberto Irone Portavoce della Rete degli Studenti Medi dichiara "Domani, 25 Aprile saremo nelle piazze, nelle scuole e nelle università con centinaia di iniziative per festeggiare la liberazione dal fascismo del nostro Paese. Siamo convinti che il 25 Aprile non debba essere solo una data sul calendario da celebrare. I valori della resistenza, infatti, non hanno tempo e dovremmo farne tesoro ogni giorno dell'anno perché la memoria è il futuro di tutti e solo così una società più equa, inclusiva, solidale potrà essere possibile."

    Greta Chinellato - Addetto Stampa UDU-Unione degli Universitari
    stampa@unionedegliuniversitari.it
  8. Elezioni Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione - Fac-simile Schede elettorali

    Sono disponibili, in allegato, i fac-simile delle schede elettorali relative a tutte le componenti elettive del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione...

    AT_CT
  9. Documento di opposizione al ddl ''La Buona Scuola'' - I.C.S. Leonardo da Vinci di Mascalucia (CT)

    In data 23 aprile 2015 il Collegio dei Docenti dell'I.C.S. Leonardo da Vinci di Mascalucia (CT), in seduta straordinaria, ha analizzato, discusso ed approvato all’unanimità il documento che contesta gli aspetti didattici contenuti nel Disegno di Legge proposto dalla maggioranza. Nel documento sono elencati gli effetti devastanti che esso produrrebbe sull’intero sistema scolastico a cominciare dai docenti fino a finire agli studenti e alle rispettive famiglie. Come si evince dal testo è in discussione l’intera organizzazione della scuola, con alcuni punti basilari che lederebbero alla base il corretto funzionamento della scuola:...

    Allegato (per consultazione): Documento di opposizione al D.d.L. sulla “Buona Scuola” (.pdf)
    Allegato (per adozione)Documento di opposizione al D.d.L. sulla “Buona Scuola” + articoli legge (.zip)

    prof. Spina Roberto
    roberto.spina@istruzione.it
  10. Un docente precario indignato per i finanziamenti pubblici alle scuole paritarie

    Sono un docente precario che ogni giorno è costretto ad assistere impotente, cosi come tanti migliaia di colleghi e colleghe, alle conseguenze dei tagli dei fondi destinati alla scuola pubblica. Ormai nella scuola pubblica si risparmia su tutto e si assiste quotidianamente alle scene più allucinanti: i docenti che possono fare fotocopie del materiale didattico di cui hanno bisogno solo in numero limitato (se sforano pagano con i soldi propri le tessere per le fotocopie), gli insegnanti di sostegno che sono utilizzati al posto dei supplenti per sostituire gli insegnanti curricolari assenti (snaturando cosi le funzioni per cui sono stati assunti e che dovrebbero esercitare nell’interesse degli alunni diversamente abili), il computer della sala docenti (l’unico messo a disposizione di tutti gli insegnanti) che funziona a giorni alterni,...

    Giuseppe Rizzuto
    Candidato al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione
  11. Docente fuori ruolo utilizzata in biblioteca vince vertenza

    Una docente di Bari collocata fuori ruolo ed utilizzata in biblioteca ha prodotto un tentativo di conciliazione presso la DTL di Bari al fine di porre fine alla sua illegittima utilizzazione alla stregua di personale ATA. La stessa evidenziava attraverso il proprio sindacalista di fiducia prof. Bartolo Danzi in apposito atto conciliativo depositato presso la stessa DTL, che: "L'istante è da 36 anni docente e dal 25/11/2013 collocata fuori ruolo ed utilizzata in compiti di bibliotecaria presso l'istituto convenuto. Tale utilizzazione però non avviene secondo quanto previsto dalla normativa vigente in quanto risulta molto approssimativa e più come personale ATA che nel rispetto della professionalità e della figura di docente dell'odierna istante.

    bartolodanzi@tin.it
  12. Programmazione dei Fondi Strutturali 2007/2013 – Programma Operativo Nazionale: “Competenze per lo Sviluppo” - 2007IT051PO007 FSE Azione C1- Ammissibilità dei progetti e Impegno di spesa

    Si trasmette per opportuna conoscenza la nota ministeriale di autorizzazione  Prot. n. AOODGEFID/ 5107 del 13/4/2014 relativa all’oggetto...

    Dott. Ferdinando Sarro
    Funzionario Amministrativo
    Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
    Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia
    Ufficio II -  Risorse finanziarie, Politiche formative e Fondi Europei
  13. FFO 2015. Rivedere la quota premiale, sbloccare il turn over e correggere il costo standard

    La ministra Giannini ha annunciato che sono state già avviate le procedure per la ripartizione del Fondo di finanziamento ordinario 2015 delle università. E' previsto l'aumento al 20% della quota premiale, i costi standard determineranno il 40% del finanziamento base e le variazioni rispetto allo scorso anno dovrebbero essere contenute tra una perdita massima del 2% e un incremento massimo del 4% per ogni Ateneo. Dichiara Gianluca Scuccimarra, coordinatore dell'unione degli universitari "L'anticipo delle tempistiche sulla definizione del riparto dell'FFO è certamente positivo, di solito, infatti, gli atenei si ritrovavano a dicembre senza avere ancora certezza dell'entità e dei criteri di ripartizione del finanziamento per l'anno in corso.

    Greta Chinellato -  Addetto Stampa UDU-Unione degli Universitari
    stampa@unionedegliuniversitari.it
  14. Seminario formazione DS 7 maggio 2015

    Si allegano alla presente i file relativi all’oggetto...

    Il Funzionario
    Marisa Franzone
  15. Conferenza - Dibattito: DDL Scuola: Sarà davvero una Buona Scuola?

    L'ASA Scuola - CONFAEL e l'Associazione Socio Politico Culturale "La Svolta - Cantiere Civico" organizzano una conferenza - dibattito dal titolo: DDL Scuola: Sarà davvero una "Buona Scuola"? Durante l'incontro verrà analizzato dettagliatamente il DDL SCUOLA che il Governo ha presentato in Parlamento per riformare il sistema scolastico statale, verranno presentate sia le proposte fatte dal sindacato in sede Parlamentare che le modalità di protesta da mettere in atto. Relatore: Stefano Guarnera - Segretario Generale dell'ASA - Associazione Sindacale Autonoma. Vi aspettiamo mercoledì 29 aprile 2015 ore 16.30 presso La casa del vendemmiatore in Via Trieste a Santa Venerina. E' invitato a partecipare tutto il personale della Scuola.

    seba.luca@hotmail.it
  16. DDL scuola: una castroneria inammissibile

    Osservando da lontano il dibattito su La buona scuola si eliminano i dettagli: principi e struttura risaltano.
    Nitida appare la superficialità delle analisi. L’autoreferenzialità, aspetto critico della gestione scolastica, non è il crivello valutativo del provvedimento governativo: la carenza culturale che vizia il DDL non è rilevata. L’autoreferenzialità deriva dalla sovrapposizione delle funzioni del controllore a quelle del controllato. L’autoreferenzialità è una trasgressione dei principi scientifici su cui si fondano le moderne organizzazioni.

    Enrico Maranzana
    zanarico@yahoo.it
  17. Convegno di teologia

    Si trasmette la nota di questo Ufficio n.5810 del 23/4/2015...

    Il funzionario amm.vo
    Caterina Branca
    Ufficio Scolatico Regionale per la Sicilia
  18. Coordinamento nazionale docenti di geografia A039

    È da molti anni che l’insegnamento della Geografia soffre l’atipicità con la cdc A060 e attualmente anche con la cdc A050. Prima di decidere a chi affidare queste ore, La invitiamo a valutare l’importanza della nostra materia. La geografia permette di comprendere il proprio territorio, le proprie peculiarità confrontandole con gli altri. Insegna a capire perché esistono Paesi che conoscono lo sviluppo ed altri, invece, arrancano nella stagnazione economica. Ancora, consente di apprezzare la sostenibilità, intesa come equilibrio tra pressione demografica e disponibilità di cibo e materie prime. Permette, infine, di conoscere culture e società completamente diverse dalla nostra. Le attuali guerre in Siria, Iraq, Libia, Afghanistan, Mali, Yemen, Ucraina si possono capire grazie alla geografia. Come si può notare non si tratta di semplice Geografia descrittiva, ma l’oggetto di studio è la “Geografia antropica ed economica” di cui nulla sanno i titolari della cdc A060 e A050, al contrario di chi è iscritto nella cdc A039 che ha dovuto sostenere specifici esami.

    Coordinamento Nazionale Docenti di Geografia A039
    coordinamentonazionalea039@gmail.com
  19. La riforma della scuola va cambiata i motivi dello sciopero del CONITP. Graduatorie, assunzioni, concorsi

    I precari della scuola inseriti nelle graduatorie ad esaurimento sono oltre 149.000. Compresi gli insegnanti della scuola dell'infanzia. Ma precari sono anche i docenti presenti nella seconda fascia d'Istituto ( circa 100 mila ) che vanno assunti senza concorso, con esperienza decennale e almeno un'abilitazione. Poi ci sono i docenti inseriti nella terza fascia d'Istituto che hanno diverse esperienze lavorative ( molti docenti hanno già 3 o più anni di servizio) sia con lo Stato che nelle scuole paritarie, in merito si ritiene espletare un'altro corso abilitante per tutelare chi insegna già da diversi anni. Va bene organizzare concorsi a cattedra ma bisogna tutelare i docenti inseriti sia nelle GAE , che nelle graduatorie di II e III fascia delle graduatorie di istituto.

    crescenzo.guastaferro@gmail.com
  20. Def svela il bluff sulla Buona Scuola, è riforma per pochi eletti

    Roma, 23 aprile - "Il riconoscimento del merito spetterà solo al 5% del personale docente. Altro che epocale, quella che si prospetta è una riforma per pochi eletti. Galeotto il Def che svela il bluff sulla Buona scuola". A dirlo è la senatrice del gruppo Misto, Maria Mussini.
    "Nel Documento di economia e finanza, inoltre - denuncia la senatrice - non c'è la minima traccia dei 40 milioni che il ddl Giannini destina alla formazione obbligatoria dei docenti. E che dire delle coperture per la digitalizzazione? Ben 90 milioni, stanziati dal governo Letta, che saranno sottratti al Fondo per il buon funzionamento delle istituzioni scolastiche a cui dovranno provvedere fatalmente le famiglie". 
    Secondo Mussini, insomma, "Con il Def il gioco delle tre carte da parte del governo è finito. E' scandaloso - conclude - che sull'altare dell'innovazione didattica si possano sacrificare risorse che andavano destinate al funzionamento ordinario degli istituti mentre per le scuole paritarie saltino fuori ben 471 milioni di euro".

    Ufficio Stampa Gruppo Misto - Senato
    UfficioStampa_Misto@senato.it
  21. Formazione neoassunti 2014-2015 23/04/2015

    Si invia nota di questo ufficio n. 5809 del 23/4/2015 ed il relativo allegato...
     
    Il funzionario amm.vo
    Caterina Branca
    Ufficio Scolatico Regionale per la Sicilia
    091/6909228
  22. Ripubblichiamo, La tesina di Maturità. Istruzioni last minute scritte da chi sta dall’altra parte

    [Tempo di lettura: 40 c.a.] La professoressa Donatella Purger, insegnante in un liceo di Roma, ha preparato questa guida per gli studenti chiamati a preparare una tesina per la maturità: compito davanti al quale spesso sono lasciati da soli o che, molto più spesso, devono affrontare con le loro sole forze. Questo testo, che si può leggere in meno di un’ora, offre alcuni suggerimenti pratici che aiutino a preparare, anche se all’ultimo momento, un lavoro dignitoso ed efficace, evitando le banalità, i luoghi comuni e le facili generalizzazioni. L’importante è restare con i piedi per terra e non avventurarsi in esagerate quanto inconcludenti dissertazioni che non potranno trovare spazio nel limitato tempo del colloquio. La proposta operativa presentata è un esempio e un suggerimento di lavoro da declinare in ogni possibile direzione. L’esame di Stato, meglio noto come “Maturità”, è uno dei momenti più critici del percorso scolastico di ogni studente. Un appuntamento che è fase conclusiva di un di cammino di studio, ma anche trampolino per il tuffo nel futuro degli studi universitari o del mondo del lavoro.

    m.nicotra@aetnanet.org
  23. Salvare la scuola per salvare l'Italia! Incontro con Ferdinando Imposimato - 24 aprile, Roma

    Da sempre impegnato a difendere con forza e determinazione il valore istituzionale, la funzione sociale e culturale della scuola statale come stabilito dalla Costituzione, simbolo di un'Italia che vuole ritrovare giustizia e legalità, a partire dalle istituzioni, il Presidente Imposimato si è schierato dalla parte dei docenti precari e di tutte le istanze che provengono dal mondo della scuola, vessate e offese da scelte politiche che quotidianamente ne disconoscono il valore e la professionalità.

    Appuntamento a Roma, il 24 aprile presso il Centro Congressi Cavour a partire dalle ore 14,30.

    adida.associazione@gmail.com
  24. I docenti dell’I.C. 'Vespucci-Capuana Pirandello' contro il DDL SCUOLA

    Il Collegio dei Docenti dell'I.C. "Vespucci-Capuana Pirandello" si è riunito il 14 e il 20 aprile 2015 per leggere, esaminare e approfondire il DDL n. 2994, "Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti", presentato dal Governo alla Camera dei Deputati il 27 marzo u.s. A seguito di ampia discussione, i docenti esprimono una valutazione fortemente negativa nei confronti del progetto di riforma della scuola per le seguenti ragioni: 1. Tale riforma contrasta con i principi fondamentali della Costituzione Italiana e con gli articoli 33 -"L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento"- e 34 -"La scuola è aperta a tutti"-. Si ricorda a tal proposito la premessa del discorso del 1955 di Piero Calamandrei che, richiamando l'art. 3 della Costituzione: "E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del paese"...

    Il Collegio dei docenti
  25. Bando di concorso VVFF - L’Arte del soccorso…il soccorso dell’Arte

    Invio bando di concorso VVFF - L’Arte del soccorso…il soccorso dell’Arte...

    Ufficio Scolatico Regionale per la Sicilia
  26. Lettera aperta di Giuseppe Rizzuto, docente precario candidato al CSPI

    Mi chiamo Giuseppe Rizzuto e sono un docente precario che si è candidato con la lista XIV per le elezioni del 28 aprile dei componenti del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione. La mia decisione di candidarmi al CSPI è stata presa al fine di dare una voce a tutti quegli insegnanti precari e non che sono stanchi di assistere alla continua erosione dei diritti dei docenti ad opera di una classe politica che sta progressivamente demolendo la scuola pubblica italiana. Le politiche scolastiche attuate nel nostro Paese, nell'ultimo decennio, sono state orientate alla trasformazione dell'istruzione da bene collettivo a bene privato e alla progressiva riduzione delle risorse destinate alla scuola di massa che dovrebbe garantire pari opportunità a tutti.

    Il candidato al CSPI
    Giuseppe Rizzuto
  27. Corsi di sostegno personale docente in esubero

    Si invia nuovamente la nota 5645 del 20/4/2015 ed i relativi allegati, in quanto alcune scuole non riuscivano a visualizzare alcuni allegati...

    Il funzionario amm.vo
    Caterina Branca
    Ufficio Scolatico Regionale per la Sicilia
  28. Torna In Petra ovvero L’Imprudenza o Lu mastru Staci di Domenico Tempio nell’allestimento di Nino Romeo

    Da mercoledì 22 a domenica 26 aprile (ore 21,00; domenica ore 18,00) presso il Teatro del Canovaccio di Catania (via Gulli 12) dopo i positivi riscontri ottenuti nelle dieci repliche dello scorso febbraio, torna lo spettacolo teatrale IN PETRA trasfigurazione scenica de L’Imprudenza o Lu Mastru Staci di Domenico Tempio. Pur mantenendo la prorompente vis comica e narrativa, oltre che il portato ritmico e immaginifico della versificazione - senza trascurare, peraltro, la carica morale di Tempio che si esprime attraverso l’ironia feroce e il gusto per il grottesco - lo spettacolo rivive il poema come una partitura della memoria: memoria mai univoca ma cangiante, a volte in contraddizione con se stessa: memoria letteraria o frutto di esperienze; traslata attraverso i racconti diretti; memoria che si confronta con l’attuale o che si autorappresenta; frenetica o indolente, vagheggiante o irritata; memoria di immagini e di suoni che il tempo ha costruito e sedimentato; memoria della memoria.

    CTS Centro Teatrale Siciliano
  29. Docenti Uniti: No al ddl scuola e con lo sciopero nazionale unitario del 5 maggio 2015

    Il coordinamento nazionale Docenti UNITI: No al DDL Scuola aderisce a tutte le manifestazioni che si stanno svolgendo in questi giorni in tante città contro la riforma Renzi della scuola e che confluiranno nel grande sciopero nazionale unitario del 5 maggio 2015. I lavoratori della scuola hanno l'opportunità di esprimere con forza il loro dissenso verso una riforma che, se approvata, cambierà radicalmente la scuola trasformandola da istituzione pubblica, democratica, indipendente, partecipata e libera in una scuola dove il dirigente deciderà in modo assolutamente arbitrario docenti, personale ATA, programmi, discipline, progetti curriculari ed extracurriculari. Ritenendo inemendabile questa riforma, i lavoratori della scuola scenderanno nelle piazza di tutta Italia per chiedere con forza:...

    Docenti UNITI: No al DDL Scuola
    docentiuniticontroddlscuola@gmail.com
  30. Pubblicazione movimenti scuola dell'infanzia a.s. 2015/2016

    Si inviano per la  pubblicizzazione fra il personale docente interessato i seguenti file relativi all’oggetto:
    -pubblicazione movimenti infanzia_decreto;
    -movimenti scuola dell’infanzia nella provincia di Catania;
    -movimenti scuola dell’infanzia verso altre provincie...

    Funzionario Amministrativo
    Francesco Belluso